fascia principale di asteroidi

Fascia principale di asteroidi

Gli asteroidi o pianetini sono piccoli corpi solidi, orbitanti intorno al Sole. Il loro nome significa, etimologicamente, “simili a stelle”. La maggior parte degli steroidi noti si trovano in una fascia compresa fra le orbite di Marte e di Giove. Le collisioni che avvengono in tale zona possono determinare l’invio di frammenti in orbite che incrociano quella della terra, provocando l’arrivo delle meteoriti. I pianetini o asteroidi censiti sono circa 25.000, ma di sicuro essi sono molti di più. Nessun asteroide è visibile a occhio nudo e i più brillanti quali Vesta e Cerere, hanno magnitudini, quando sono in opposizione, rispettivamente di 6,5 e 7,4.
Furono scoperti quando nel 1800 degli astronomi tedeschi cominciarono una campagna di studi e osservazioni per scoprire il cosiddetto pianeta mancante che, secondo la legge di Titius e Bode, si sarebbe dovuto trovare fra Marte e Giove, a una distanza dal Sole di circa 2,8 UA. Tuttavia, il gruppo di studiosi tedeschi fu preceduto dall’abate Giuseppe Piazzi, che il 1° gennaio 1801 scoprì Cerere. Questa scoperta incoraggiò gli astronomi tedeschi che dopo pochi anni identificarono altri tre asteroidi: Pallade, Giunone e Vesta. Il quinto asteroide, Astrea, venne identificato nel 1845, mentre nel 1890 si conoscevano già 30 pianetini. In seguito i nuovi asteroidi scoperti si conseguirono a un ritmo molto più rapido, così che nel 1923 venne scoperto il millesimo pianetino, al quale, in onore di Piazzi, fu dato il nome di Piazzia.
Per determinare accuratamente le dimensioni di un asteroide un metodo utilizzato è quello del passaggio di una stella dietro il suo disco, per dal tempo delle eclissi, esaminate da diverse parti della Terra e, quindi, da angoli diversi, si ricavano i diametri delle varie sezioni dell’oggetto, che consentono successivamente di ricostruire la forma.
La stragrande maggioranza dei pianetini scoperti hanno orbite comprese fra quelle di Marte e di Giove e la più alta concentrazione si ha fra 2,2 e 3,3 UA dal Sole, nella fascia degli asteroidi. Entro questa fascia esistono dei ‘vuoti’ che hanno il nome di lacune di Kirkwood. Si ipotizza che l’assenza di asteroidi in queste aree sia dovuta agli effetti perturbativi del campo gravitazionale di Giove. Un’altra particolarità dei pianetini è che quasi il 50% di essi possono essere raggruppati in famiglie, che presentano orbite molto simili fra loro. Gli scienziati ritengono che i pianetini appartenenti a una stessa famiglia hanno una origine uguale.
L’asteroide più grande è Cerere, dal diametro di 914 km, Pallade e Vesta hanno diametri superiori a 500 km e al diminuire delle dimensioni, aumenta il numero degli asteroidi. Ci sono, ad esempio, 13 asteroidi dal diametro superiore o uguale e 250 km, 25 dal diametro maggiore di 200 km, qualche centinaio con diametro maggiore di 100 km. Questa differenziazione delle dimensioni è giustificata dalla graduale scissione di questi corpi a causa delle collisioni.