europa

Europa

Europa, quarto satellite di Giove, in ordine di grandezza e sesto in tutto il Sistema Solare, fu’ scoperto da Galileo Galilei il 07 gennaio 1610 assieme ad Io, Ganimede e Callisto e da allora chiamati comunemente satelliti galileiani. Ha un diametro pari a 3.138 km e una massa che è di circa 5‧1022 kg. Il semiasse maggiore dell’orbita misura 670.900 km mentre il periodo di rivoluzione è pari a 3,55 giorni. L’orbita è quasi circolare con un’eccentricità di 0,0094 e un’inclinazione di 0,470° rispetto all’equatore di Giove. La sua densità elevata, che è ∼3 g/cm3 ci fornisce l’indicazione che esso è composto in modo prevalente di roccia, con non più del 10% di ghiaccio. Dalla sua composizione chimica, pertanto, sembrerebbe più simile a Io che agli altri due satelliti galileiani di Giove, Ganimede e Callisto, che hanno all’incirca una densità di 1,9 g/cm3 e per quasi la metà risultano costituiti di ghiaccio.
E’ leggermente più piccolo della nostra Luna, ed è composto soprattutto da silicati con la crosta fatta da acqua ghiacciata. Al suo interno probabilmente esiste un nucleo di ferro – nichel mentre all’esterno esso è cinto da una lieve atmosfera, composta essenzialmente da ossigeno. Si caratterizza a prima vista per la sua superficie che si presenta striata e poco craterizzata, a differenza invece di Ganimede e Callisto risultando così tra quelle di qualsiasi oggetto noto del sistema Solare. La sua giovane età e la delicatezza della sua superficie hanno fatto pensare agli scienziati che su Europa ci sia un oceano d’acqua presente sotto la crosta, con ciò ipotizzando anche una possibile dimora per la vita extraterrestre. L’acqua, secondo questa ipotesi, sarebbe liquida a causa del riscaldamento interno dovuto alle forze mareali causate dalla sua vicinanza a Giove e ai satelliti vicini, Io e Ganimede. Questo calore stimolerebbe al tempo stesso un’attività geologica simile alla tettonica a placche. In effetti l’8 settembre 2014, la NASA annunciò di aver trovato, su Europa, le prove di un’attività geologica della tettonica a placche, la prima di questo genere su un mondo diverso dalla Terra.
Nel dicembre del 2013 la NASA scovò sulla crosta di Europa alcuni minerali argillosi, i fillosilicati, che sono molte volte associati a materiale organico. La stessa NASA rivelò, sulla base di osservazioni di Hubble, la presenza di geyser di vapore acqueo simili a quelli di Encelado, il satellite di Saturno.
Anche Europa come tutti gli altri satelliti medicei è in rotazione sincrona con Giove, con un emisfero del satellite rivolto costantemente verso il pianeta e un punto della sua superficie dal quale Giove appare allo zenit.